CIV test: Velini “Il clima ha rovinato tutto”

17 marzo 2013

alessio velini imola testLe tre giornate di prove di Alessio Velini, prima ad Imola e successivamente al Mugello, hanno avuto come comune denominatore un clima piovoso e freddo, che non ha consentito al pilota di Assisi ed al team Scuderie Orbassano di svolgere il lavoro programmato.

Nella prima giornata ad Imola, Velini ha deciso assieme alla sua squadra, di non entrare in pista, in quanto la pioggia e le basse temperature non avrebbero permesso di lavorare sulla moto e sulle gomme e sarebbe quindi stato inutile e rischioso girare sulla pista del Santerno in quelle condizioni.

Il giorno successivo, pur con la pista ancora umida, è stato possibile effettuare due turni di prove che sono servite solo ad adattare la Ninja ZX-10R di Velini alla pista di Imola, dove a Luglio si disputeranno la settima e l’ottava gara del CIV. Alessio ed il team Scuderie Orbassano si sono spostati quindi al Mugello dove nella giornata di domenica erano previste alcune sessioni di prove volute dalla Dunlop per testare alcuni pneumatici in vista delle prime due gare del CIV Superbike che si disputeranno, proprio sulla pista toscana, ad inizio Aprile.

Purtroppo anche al Mugello il clima non ha dato certo una mano a Velini ed ai suoi tecnici, che sono riusciti a testare alcune gomme solo in mattinata, in quanto nel pomeriggio la pioggia ha bagnato il tracciato e costretto tutti nei box. Il prossimo appuntamento per Velini ed il suo team è ora fissato all’autodromo Internazionale del Mugello per le prime due gare del CIV Superbike che si disputeranno il 6 ed il 7 di Aprile.

Alessio Velini : “Purtroppo il clima sfavorevole ha rovinato tutto. Sono deluso perché assieme alla mia squadra avevamo programmato di lavorare sulla moto e sulle gomme, per presentarci nelle migliori condizioni ai primi due round del CIV al Mugello. A Imola siamo stati accolti addirittura dal nevischio. Le temperature si sono mantenute sempre così basse che abbiamo potuto fare ben poco sulla mia Ninja. Al Mugello le temperature erano meno rigide e la domenica mattina ho potuto scendere in pista ed iniziare a lavorare con i tecnici della Dunlop su alcune coperture, con le quali mi sono trovato subito a mio agio. Purtroppo la pioggia ha interrotto le nostre prove. La moto non è ancora nella versione definitiva, in quanto mancano alcuni componenti nella ciclistica, nel motore e nell’elettronica, che però riceveremo prima delle gare del Mugello, alle quali ci presenteremo competitivi e decisi a recitare un ruolo da protagonisti. Ringrazio la Dunlop per l’assistenza fornitami al Mugello e la mia squadra che ha svolto un buon lavoro in condizioni difficili”.

Tags: , ,

Lascia un Commento

User Login

I più letti del mese

  • Non ci sono articoli