Ecco la Nuova BMW R 1200 GS

20 ottobre 2012

bmw r1200gsContinuità ma anche rivoluzione: unire queste due parole non è un controsenso se il soggetto è la R 1200 GS. Nella nuova versione della travel-enduro firmata BMW convivono infatti sia le prerogative che ne fanno tutt’ora un best sellers assoluto con oltre 170.000 moto vendute in tutto il mondo in 8 anni di vita, sia le qualità estetiche, funzionali e soprattutto tecnologiche in linea con il modello e la sua forza innovativa.

Sulla nuova GS, lo stile determina una personalità dinamica, che non subisce la strada e lo sterrato ma li domina. Le linee sono infatti protratte in avanti, a partire dal famoso “becco”, l’appendice aerodinamica che sorregge faro, strumentazione e parabrezza di nuovo disegno, per arrivare al serbatoio, miscela di linee tese che scolpiscono volumi concavi e convessi producendo una muscolosità molto accentuata. Una spinta in avanti a cui partecipano anche il retrotreno, con il nuovo telaio a doppia culla, e due elementi dal design ricercato, come il grande silenziatore e i raffinati cerchi in lega.

Se tutto questo offre un impatto deciso e aggressivo che dà continuità a un progetto di grande personalità, il pezzo forte della nuova R 1200 GS è senza dubbio il motore, il classico bicilindrico boxer non più raffreddato solo ad aria ma con un sistema misto aria/liquido. Un’innovazione esteticamente discreta, nel senso che, pur nel suo valore tecnico, non modifica sostanzialmente l’aspetto formale del propulsore che mantiene l’alettatura dei cilindri e il consueto, tradizionale impatto visivo. A parità di cilindrata (1170 cc), nel nuovo boxer aumentano la potenza (125 CV, 15 in più del precedente) e la coppia, che passa da 120 a 125 Nm a 6500 giri/min.

Altre importanti novità tecniche riguardano la frizione in bagno d’olio, che sostituisce quella a secco, dotata di funzione antisaltellamento, che evita il bloccaggio delle ruote nelle frenate decise e in scalata, e, sempre in tema di ciclistica, le sospensioni elettroniche semi attive, per ottimizzare tenuta di strada e trazione in tutte le condizioni. A moltiplicare (per cinque) il piacere di guida, le diverse modalità disponibili – da ROAD a DYNAMIC, da RAIN a ENDURO e ENDURO PRO – con cui il pilota può impostare la risposta della moto al tipo di utilizzo che preferisce.

Sicurezza, prestazioni, feeling e tenuta di strada per una R 1200 GS tutta da scoprire.

Tags:

Lascia un Commento

User Login

I più letti del mese

  • Non ci sono articoli