MotoGP Sepang: Dovizioso “Con pista asciutta avrei potuto giocarmi il podio”

22 ottobre 2012

andrea dovizioso motogp 2012 sepangUna scivolata ha compromesso la gara di Andrea Dovizioso sul circuito di Sepang per GP della Malesia, mentre stava lottando per una posizione sul podio in condizioni davvero difficili.

Partito male dalla terza casella della griglia malese, Dovizioso ha capito subito il livello di difficoltà dovuto alla pioggia e al fatto di non aver mai potuto girare in queste condizioni durante le prove. Il pilota italiano ha fatto poi una bella rimonta riuscendo ad avvicinarsi al campione del mondo Casey Stoner, in quel momento terzo. Ma con la pioggia sempre più forte e le condizioni pessime della pista, è caduto al 10° giro mentre si trovava in quarta posizione.

Dovizioso è riuscito a tornare in sella della sua Monster Yamaha Tech 3 YZR-M1 e ripartire in 14° posizione. La direzione gara ha esposto la bandiera rossa al 13° giro con l’intenzione di far ripartire la gara in caso di miglioramento delle conditini. La pioggia ha continuato a scendere copiosa e alla fine la direzione gara ha deciso per non far ripartire la gara e comunque assegnare pieni punti ai tredici piloti arrivati al traguardo, con dovizioso 13°e 4°in classifica generale con 195 punti.

Andrea Dovizioso # 4 – 13° 4° in campionato con 195 punti:

E ‘un vero peccato che la pioggia sia arrivata questo pomeriggio. Abbiamo fatto un buon lavoro durante il fine settimana con la moto in assetto da asciutto e siamo stati competitivi fin dalla prima sessione, quindi siamo stati sfortunati a disputare la gara in queste condizioni. Con pista asciutta avrei potuto giocarmi il podio e non solo il terzo posto, comunque queste sono le gare e purtroppo con la pioggia il mio feeling con la moto non era lo stesso. Non so perchè ma in partenza quando ho mollato la frizione la moto è slittata e poi mi ci è voluto un pò per recuperare il grip, però ho fatto i primi due giri alla ‘Dovizioso’: riesco ad essere piuttosto veloce nei primi due giri e ho recuperato molto bene. Ero abbastanza veloce, ma mi mancava grip al posteriore come mi è successo a Le Mans, quindi con Casey perdevo in accelerazione ma guadagnavo in frenata e riuscivo a stare con lui. Ho cercato quindi di avvicinarmi per superarlo, ma ho perso il davanti nel momento di massimo angolo e senza frenare. Potevo giocarmi la terza posizione per come era andata la partenza. Quando sono ripartito avevo freno anteriore del manubrio storto e non avevo più il freno posteriore, cosa molto pericolosa con il bagnato. Sono riuscito a finire la gara e prendere alcuni punti, ma ci aspettavamo molto di più e sono determinato a ritornare competitivo la prossima settimana in Australia“.

Tags: ,

Lascia un Commento

User Login

I più letti del mese

  • Non ci sono articoli